Premio Letterario Internazione “Città di Gaeta”

 

 

“Viaggiare colmi di speranza entrando nell’ignoto,  con poche informazioni: il modo in cui la maggior parte della gente vive la propria vita è completamente calcolatore, e questa stessa espressione sembra riassumere tutta l’esistenza umana” (Paul Theroux  Fresh Air Fiend)

 

         

1815219709.2.jpg

 Il prossimo due ottobre la riviera di Ulisse ospiterà anche quest’anno la premiazione dei finalisti al PREMIO LETTERARIO INTERNAZIONALE “CITTA’DI GAETA”, dedicato alla LETTERATURA DI VIAGGIO E D’AVVENTURA, giunto alla sua XIII edizione.

 

1120466808.jpg

Il premio è nato nel 1990 per celebrare Giovanni Caboto, conosciuto al mondo come lo scopritore del Canada,  il navigatore originario di Gaeta che nel 1497 partì per esplorare il nord della parte occidentale dell’Atlantico ed  il 24 giugno dello stesso anno, nel giorno di San Giovanni Battista, sbarcò nell’isola di Terranova,  che chiamò quindi  “Isola di San Giovanni” e ne prese possesso nel nome di Enrico VII d’Inghilterra, suo protettore e finanziatore.

Al premio concorrono numerosi autori con opere già edite,  aventi come tema il viaggio inteso come scoperta e avventura, non solo autentici reportage, ma anche viaggi immaginari che si muovono sia nello spazio che nella mente, alla  scoperta di nuovi mondi ma anche di  se stessi. La manifestazione è aperta anche alle  guide turistico-geografiche. Il concorso è diviso in tre sezioni,  autori italiani, autori stranieri e opera prima e vi possono partecipare solamente opere in lingua italiana pubblicate nell’ultimo biennio.

La giuria è formata da docenti universitari, scrittori, poeti, giornalisti, critici letterari, ed è presieduta da Folco Quilici.

Anche il montepremi è di tutto rispetto: 2mila per le prime due sezioni, mille euro per la terza.

Tra i vincitori delle passate edizioni ci sono nomi eccellenti, dallo stesso Folco Quilici  (non ancora presidente) a Tiziano Terzani e Corrado Augias, tanto per citare i nomi più noti al grande pubblico.

 

 

Per quanto riguarda i finalisti di quest’anno abbiamo:

Nella sezione autori italiani e stranieri di narrativa e saggistica:
Corrado Ruggeri, Il drago e la farfalla, Sitcom Editore
Arto Paasilinna, Il miglior amico dell’orso, Iperbora
 Luca Novelli, In viaggio con Darwin, Fabbri Editore
 Luca Clerici, Scrittori italiani di Viaggio (1700/1861), Mondadori
 Mariella Gramaglia, Indiana, Donzelli Editore
Italo Zandonella Callagher, La valanga di Selvapiana, Corbaccio

Nella sezione opera prima:
Christiana Ruggeri, La lista di carbone, Mursia
Giovanni  Montanaro, La croce di Honninfjord, Marsilio
Chiara Strazzulla, Gli eroi del crepuscolo, Einaudi

1536494470.jpg2141146653.jpg

Premio Letterario Internazione “Città di Gaeta”ultima modifica: 2008-09-30T10:34:33+00:00da perdersy
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Premio Letterario Internazione “Città di Gaeta”

  1. La XIII edizione del Premio Città di Gaeta è stata poi vinta da Corrado Ruggeri (Il drago e la farfalla) per la sezione autori italiani e stranieri di narrativa e saggistica, e da Christiana Ruggeri (La lista di carbone) per l’opera prima.
    La cerimonia si è svolta a Gaeta alla presenza di numerose autorità civiche, esponenti del mondo della cultura e della scuola, giornalisti.
    Presenti anche i vincitori dei Premi Spevciali della Giuria: Italo Zandonella Callegher, Mariella Gramaglia, Luca Novelli e Luca Clerici. Riconoscimenti sono stati attribuiti anche a Giovanni Montanaro ed Arto Paasilinna.

  2. Potreste almeno gettare polvere negli occhi, pubblicando il bando e permettendo a gente meno raccomandata di illudersi di poter partecipare, e… chissà, magari scoprire qualche talento vero/ qualche Manzoni redivivo (e invece siete, ahimè, come tutti, servi dell’editoria industriale (dei cui soli nomi vi fregiate come di medagliee/o encomi) e del potere che ci sta dietro.

Lascia un commento